L’opera di tesi restaurata e completata con il videomapping

L’opera di tesi restaurata e completata con il videomapping

News14/05/2024

La sinergia tra restauro e tecnologia permette di perseguire obiettivi e applicazioni altrimenti impossibili da ottenere per la valorizzazione del patrimonio culturale, restituendo l’integrità di un’opera d’arte per renderla più apprezzabile dal pubblico: in occasione dell’ultima sessione di Laurea della Scuola di Restauro di Botticino, Valentina Falone ha raccontato l’intervento di restauro eseguito sulla sua opera di tesi, la Crocifissione del Cattivo Ladrone proveniente dai Musei Civici di Brescia.

La peculiarità del suo intervento consiste nella proiezione delle reintegrazioni pittoriche attraverso l’utilizzo di un potente proiettore e della tecnica di videomapping, una particolare componente del restauro controversa e oggetto di discussione, che però risulta essere reversibile e non invasiva.

Valentina ha concluso il suo percorso alla Scuola di Restauro di Botticino ottenendo una votazione di 110 e lode e menzione alla carriera. L’esame finale è articolato in due prove, una di carattere applicativo, consistente in un intervento pratico-laboratoriale ed una di carattere teorico-metodologico, consistente nella discussione di un elaborato scritto.

Guarda il video integrale a questo link.